Romy Ferrara - Noumeno X

TeCnica mista
La parola noumeno proviene dal verbo greco noeo, che significa pensare, ed essendone il participio presente medio-passivo letteralmente si traduce con: “ciò che è pensato”. Il concetto di noumeno viene usato da Platone (in seguito da Kant) per indicare un’idea che non può essere esperita nel mondo sensibile, ma a cui ci si arriva con il ragionamento. Il noumeno è dunque tutto quanto è pensato o pensabile dal puro intelletto, un “tutto quanto” di cui però non abbiamo e non possiamo avere esperienza sensibile. In questo senso, il noumeno si distingue dai fenomena che viceversa sono appunto le cose che appaiono nella realtà sensibile.
© Canova S.r.l. - Via Tropea, 33 - 00178 Rome IT | P.IVA: 14314931008 Terms, Regulations and Privacy Policy